fbpx
Home / Law / Tutti i bonus edilizi del 2020: lo speciale poster di ENEA
Poster ENEA Bonus edilizia

Tutti i bonus edilizi del 2020: lo speciale poster di ENEA

La Legge di Bilancio 2020 ha rinnovato le detrazioni fiscali per le abitazioni e i condomini – i cosiddetti ecobonus, bonus casa, sismabonus, bonus verde – e introdotto il bonus facciate

L’ENEA fa il punto su tutte le agevolazioni in edilizia (i cosiddetti Bonus) al giorno d’oggi in un poster realizzato dalla software house Logical Soft nell’ambito della Campagna Nazionale per la promozione e informazione sui temi dell’efficienza energetica “Italia in Classe A”.

Il poster cosa riepiloga?

  • riepiloga tutte le diverse forme di agevolazione a disposizione dei cittadini e delle caratteristiche e vantaggi offerti da ciascuna misura;
  • riporta, per ognuna delle misure di incentivazione, la percentuale di detrazione applicabile, il limite di spesa, il tipo di bonus, chi può usufruirne, l’elenco degli interventi ammissibili, la possibilità o meno della cessione del credito;
  • considera i contenuti della Legge 27 dicembre 2019, n.160, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.304 del 30 dicembre 2019.
Autori: S. Tirinato, A. Castagna per Logical Soft che ha prodotto il poster Detrazioni fiscali per la casa in qualità di Opinion Leader della campagna Italia in Classe A, III annualità.

Bonus Facciate

Previsto dalla nuova Legge di Bilancio per il recupero e/o il restauro della facciata esterna di immobili esistenti, possono fruire della detrazione i soggetti irpef privati e si applica ai seguenti interventi effettuati alle facciate esterne di immobili situati in zona A Centro storico ed in zona B o Zona di completamento (DM 2 Aprile 1968, n.1444):

  • intonacatura;
  • verniciatura;
  • pulitura;
  • tinteggiatura esterna;
  • rifacimento di ringhiere;
  • decorazioni;
  • marmi di facciata;
  • balconi;
  • restauro marmi di facciata;
  • impianti pluviali, le grondaie per intenderci;
  • interventi sulle strutture opache della facciata.

Ecobonus

L’Ecobonus è stato istituito dalla legge 296/2006 (commi da 344 a 347) e dall’art.14 del decreto-legge 63/2013 come convertito dalla legge 90/2013 e come modificato dalla legge 205/2017 (Legge di Bilancio 2018).

Si tratta della detrazione Irpef o Ires (dal 50 all’85% delle spese sostenute) riconosciuta ai contribuenti (privati e società) che effettuano lavori per il risparmio energetico su edifici esistenti. Queste le percentuali:

  • 50%
  • 65%
  • 70% (per i condomini);
  • 75% (per i condomini);
  • 80% (per i condomini in caso di fruizione contemporanea con il sisma bonus);
  • 85% (per i condomini in caso di fruizione contemporanea con il sisma bonus).

Sismabonus

Il Sismabonus è la detrazione Irpef o Ires (dal 50 all’85% delle spese sostenute) riconosciuta ai contribuenti (privati e società) che effettuano lavori per mettere in sicurezza case e edifici produttivi in zone ad alto rischio sismico.

La misura viene riconosciuta dal 1° gennaio 2017 può essere fruita per lavori realizzati su tutti gli immobili di tipo abitativo, per quelli utilizzati per attività produttive e per gli interventi di demolizione e ricostruzione, purchè questi siano classificabili come ristrutturazione edilizia e non come nuova costruzione. Il bonus viene erogato nella forma di riduzione delle imposte dovute, in 5 rate annuali di pari importo. Queste le percentuali:

  • 50%;
  • 70%;
  • 75% (per i condomini);
  • 80%;
  • 80% (per i condomini in caso di fruizione contemporanea con l’ecobonus);
  • 85% (per i condomini);
  • 85% (per i condomini in caso di fruizione contemporanea con l’ecobonus).

Bonus casa (cd Bonus Ristrutturazioni)

E’ una detrazione fiscale del 50% da ripartire in 10 anni e con una spesa massima di 96.000 euro per unità immobiliare, per gli interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione. Possono fruire della detrazione i soggetti Irpef privati. Possono fruire della detrazione gli interventi di:

  • manutenzione straordinaria;
  • restauro e risanamento conservativo;
  • ristrutturazione edilizia;
  • eliminazione delle barriere architettoniche;
  • infissi;
  • impianti tecnologici.

L’utilizzo del bonus casa permette di usufruire della detrazione del 50% su mobili e grandi elettrodomestici per ulteriori 10.000 di € spesa (bonus mobili).

Bonus verde

E’ una detrazione fiscale del 36% da ripartire in 10 anni e con una spesa massima di 5.000 euro, per la sistemazione di verde e giardiniPossono accedere alla detrazione tutti i soggetti IRPEF privati e la detrazione fiscale comprende le spese per gli interventi comprensivi di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione.

In particolare, il bonus verde può essere fruito per:

  • la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Non è prevista la cessione del credito e allo stato attuale, a seguito della conferma nel Milleproroghe, la detrazione è fruibile fino al 31 dicembre 2020.

Fonti: ENEA.IT – ingenio-web.it

Check Also

Realizzazione di piscina in zona agricola: i concetti di “pertinenza” e di “opera di nuova costruzione” e conseguente necessità di presentare la S.C.I.A. o ottenere il permesso di costruire

Con la sentenza n. 3730 del 9 settembre 2020 la Terza Sezione del T.A.R. Napoli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.