fbpx
Home / Environment / “Strategie resilienti di contrasto al dissesto idrogeologico” 2^ Edizione

“Strategie resilienti di contrasto al dissesto idrogeologico” 2^ Edizione

Il dibattito, avviato dall’Ufficio del Commissario di Governo delegato per la mitigazione del rischio idrogeologico nella Regione Puglia lo scorso anno, prosegue con la presente iniziativa, nell’intento di  promuovere la conoscenza e la diffusione dei criteri e degli indirizzi posti alla base della programmazione e progettazione degli interventi di difesa del suolo nel territorio regionale, attraverso l’analisi dei risultati conseguiti negli ultimi anni e il confronto partecipato tra i soggetti competenti in materia.

Programma Convegno

Si partirà alle 9.30 con i saluti istituzionali del Presidente Michele Emiliano, dell’Assessore ai Lavori Pubblici e Difesa del Suolo, Giovanni Giannini, del  Rettore  del Politecnico di Bari, Francesco Cupertino, del Rettore dell’Università degli Studi di Bari, Stefano Bronzini e di altri illustri ospiti istituzionali. Introdurrà e modererà la giornata di studio, l’Ing. Elio Sannicandro, Soggetto Attuatore del Commissario di Governo.
Prendendo avvio con le relazioni dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale e del Dipartimento di Protezione Civile, saranno messi a fuoco gli interventi e le misure volti a prevenire e mitigare il rischio idrogeologico nel territorio pugliese, con l’analisi dello stato di attuazione degli interventi prioritari e urgenti individuati negli accordi sottoscritti tra la Regione e  il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.
Sono previsti ulteriori contributi su aspetti operativi, da parte dei tecnici dell’Ufficio del Commissario di Governo, e su aspetti scientifici e metodologici, da parte di rappresentanti del mondo Universitario.

Per questa nuova edizione del Convegno, anche in considerazione delle opportunità di collaborazione tra le strutture regionali e le autorità dei Paesi dell’allargamento offerte dai programmi europei di Cooperazione (LIFE, INTERREG, ecc.), sono coinvolti gruppi di ricerca specializzati in ingegneria civile e ambientale delle Università di diversi Paesi dell’area mediterranea e balcanica.
Saranno quindi condivise esperienze e “buone pratiche” nell’ottica di costruire percorsi virtuosi che consentano alla comunità dei professionisti e degli operatori economici in genere di operare in una logica multidisciplinare e sistemica in modo da integrare le problematiche geotecniche e idrogeologiche con aspetti paesaggistici, ambientali ed agroforestali per una corretta pianificazione degli ambiti territoriali di riferimento.
L’evento è promosso dalla Regione Puglia, dal Commissario di Governo delegato per la mitigazione del rischio idrogeologico e dall’Agenzia Regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio (A.S.S.E.T.), in collaborazione con il Politecnico di Bari, l’Ordine dei Geologi della Puglia, l’Ordine degli Ingegneri e degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari.  Realizzato con il Patrocinio di: Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento di Protezione Civile; Ministero dell’Ambiente; ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente; Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale; Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

Check Also

Impressionante frana in Norvegia trascina le case in mare

Un’imponente frana, lunga oltre 800 metri, si è verificata nella giornata di ieri (mercoledì 3 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.